Svolti Gli Stati Generali della Sanità Picena a Spinetoli

Nel pomeriggio del 31 gennaio, a Spinetoli, si è tenuto l’evento “Stati generali della Sanità Picena”: un progetto promosso dal Partito Democratico che ha coinvolto interlocutori del settore in un dibattito tematico suddiviso in 5 tavoli di lavoro e che si è concluso con una seduta plenaria aperta al pubblico. Hanno partecipato all’evento il Governatore Luca Ceriscioli e la vice presidente Anna Casini. “Se si corresse sempre e solo dietro al consenso politico – ha esordito il Sindaco di Spinetoli, Alessandro Luciani – non si sceglierebbe mai. Non siamo sempre in campagna elettorale. La sintesi dei tavoli tecnici è stata la conferma per l’ospedale di Spinetoli”.

Dopo il primo cittadino, che è stato coordinatore del Tavolo Istituzionale, sono intervenuti i coordinatori di ogni tavolo, a partire dal Dottor Mario Sfrappini (Tavolo Territorio) che ha precisato come ci debba essere un rapporto stretto tra le strutture sanitarie e il territorio: “Evitiamo inutili doppioni, i numeri devono essere significativi, per creare in futuro degli specialisti che rimangano nel territorio. Servono risorse, capacità e spazi adeguati”.

Per il dottor Stefano Marcelli, coordinatore del Tavolo Università, con un nuovo il Cdl Infermieristica di Ascoli Piceno, che si trova al Mazzoni, potrebbe ampliarsi: “Penso alle aule per la formazione che oggi non abbiamo, all’aula informatica obsoleta e alla mancanza di spazi studio per singoli studenti. Il polo in Ascoli, inoltre, si lega alla rete ricettiva per gli studenti fuori sede. I ragazzi continuerebbero a fare tirocinio nella struttura di Ascoli, di San Benedetto e nella nuova struttura di Spinetoli. Inoltre, a livello amministrativo saranno riunite in un’unica sede tutte le risorse umane”.

2 Febbraio 2020 Da Redazione
SERVIZIO CIVILE MONTEGRANARO. FONTE:”MarcheNotizie.info”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: